Attivita Nido Abracadabra

La giornata al nido ha un ritmo che si ripete quotidianamente, rendendo prevedibile il susseguirsi dei momenti, quindi dando sicurezza ai bambini.
Ci sono proposte di gioco e attività mirate a favorire lo sviluppo del linguaggio, lo sviluppo fisico e motorio, lo sviluppo dell’espressione creativa e simbolica che incoraggiano i bambini a ragionare e sperimentare. Attraverso i momenti di gioco, della routine e d’aggregazione viene rinforzato l’aspetto relazionale e sociale che avvia ad una cultura di appartenenza e rispetto delle diversità culturali.
Nei diversi laboratori (atelier, travasi, musica) i bambini sono stimolati ad utilizzare materiali naturali e di recupero.
Con il materiale di recupero si offre la possibilità di scoprire il piacere e il gusto dell’esperienza creativa. Questo tipo di materiale ci permette di re-inventare il loro uso e dare loro un nuovo significato.
Il gioco di scoperta e manipolazione di materiale naturale, come verdure o frutti, farina di diversi tipi, cereali, terra, sabbia, foglie, pigne, conchiglie, sassi, carte e cartone, legni, mollette, tappi vari, ecc., è inoltre il punto d’incontro fra il gioco e l’educazione ambientale.

Laboratorio creativo

Il laboratorio creativo è uno spazio che permette ai bambini di mettersi in gioco utilizzando i 5 sensi. Attraverso il disegno, con i pennarelli, pastelli a cera e matite, i bambini comunicano emozioni e con i primi scarabocchi ci raccontano qualcosa di sé.
Nell’atelier le esperienze prevedono la conoscenza degli oggetti e dei materiali ed i bambini hanno la possibilità d’immaginare, inventare, manipolare e fare.
Le proposte potranno riguardare esperienze grafico-pittoriche con la tempera e colori a dita. Si propongono esperienze di manipolazione e conoscenza di materiali come la pasta di sale e pongo, e il collage con diversi materiali (materiali naturali e di riciclo).
Il tipo di materiale e d’attività vengono scelti in base al gruppo dei bambini (età, interessi, esperienze anteriori, progetto in atto).

Travasi

Con questo tipo d’attività i bambini hanno la possibilità di sviluppare le sensazioni tattili e il coordinamento oculo-manuale, di sperimentare i concetti spaziali (dentro/fuori, grande/piccolo) e il rapporto peso/forma. Diversi sono i materiali utilizzati, tra i quali: farina gialla, farina bianca, riso soffiato, sale grosso, zucchero, acqua, acqua colorata, contenitori di diverse forme, bottiglie di plastica, imbuti, setacci, cucchiai, ecc.

I giochi d’esplorazione sensoriale e di scoperta

“il cestino dei tesori e i cestini tematici ”, nei quali i bambini si concentrano sul singolo oggetto per sperimentarlo toccandolo e assaggiandolo, e “il gioco euristico” nel quale i bambini concentrano la propria attenzione sulla scoperta dei materiali, su come abbinarli e associarli.

I giochi strutturati

come puzzle, giochi da avvitare e svitare, incastri, costruzioni, domino, che promuovono funzioni come la concentrazione, l’attenzione, la memoria visiva e verbale.

Il gioco di “far finta di” o “gioco simbolico”

è il gioco nel quale i bambini trasformano la realtà che li circonda attraverso un processo di elaborazione del proprio vissuto affettivo, emotivo e delle proprie competenze cognitive, dando luogo ad una vera e propria messa in scena.

La lettura

è un’esperienza che ha un significato sia affettivo, sia cognitivo; è un’ottima opportunità dal punto di vista relazionale e permette di iniziare a creare l’abitudine, stimolando il piacere del leggere, sviluppando il pensiero, l’immaginazione e agevolando lo sviluppo del linguaggio

La psicomotricità

è un’attività mirata alla costruzione dello schema corporeo, al rafforzamento della sfera della comunicazione, la sperimentazione del nuovo, in relazione a sé stesso e al mondo esterno. Diversi sono i materiali che si utilizzano: stoffe, materassini, percorso tattile, moduli di gomma piuma, corde, cuscini, pedane, travestimenti, ecc. pensati e scelti per gruppo di bambini, il tutto seguito da una psicomotricista